Revisori contabili condominiali : La formazione iniziale di ARCO

Il Revisore Contabile condominiale è chiamato a verificare l’operato di altri professionisti e il suo lavoro è destinato ad incidere in maniera rilevante sia sul rapporto fiduciario tra condominio e Amministratore che direttamente sulla reputazione professionale di quest’ultimo.

Da qui l’esigenza, per chi intende svolgere questo particolare incarico, di assisurarsi una formazione professionale inziale adeguata allo scopo di evitare di creare danni sociali irreparabili.

ARCO ha scelto di guardare ad un corso iniziale articolato su 3 aree giuridiche e su 3 aree tecniche, per un percorso di ben 156 ore su 20 incontri bisettimanali. Non solo diritto condominiale ma anche commerciale e fallimentare per poi occuparsi di contabilità, fiscalità e tecniche di revisione.

“Il programma adottato protrebbe apparire ai più come lungo e difficoltoso, se non addirittura superfluo – ha dichiarato il Presidente nazionale Francesco Schena – ma è stato ritenuto necessario e inderogabile per il raggiungimento di obiettivi solidi e coerenti con la delicatezza e la difficoltà dell’incarico di revisore contabile condominiale. D’altronde, la natura trasversale e di secondo livello di questa nuova attività, guarda a chi ha già livelli di professionalità alti e che non fa certamente fatica a capire le nostre ragioni.”

Infatti, anche la soglia di accesso all’associazione appare mediamente più alta rispetto alle altre associazioni del comparto immobiliare.

“Abbiamo voluto darci un obiettivo ambizioso a scapito forse della corsa al tesseramento che invece non ci interessa – ha continuato Schena – volendo collocarci in un livello profesisonale medio-alto. E questo è dimostrato anche dal fatto che ARCO sia l’unica associazione a prevedere per statuto la pratica triennale dell’associato e una articolazione associativa molto vicina a quella di un vero e proprio Collegio o Ordine professionale.”

Al via, dunque, i primi corsi di formazione iniziale dedicati agli associati: Bari, Napoli, Roma e Torino per iniziare.

Il corso ha un costo di 400 euro a cui è necessario aggiungere la quota annuale associativa di 250 euro.

Come potrà notarsi, non è possibile accedere al corso senza chiedere l’iscrizione all’associazione  e questo perché ARCO avendo scelto di evitare attività commerciali non può consentire l’accesso alle proprie attività formative ai non associati, in perfetta aderenza alle norme vigenti.

Clicca qui per accedere al programma/calendario dei corsi.

Clicca qui per la domanda di iscrizione.

Ufficio Stampa ARCO

Post Author: Arco